Quelle che…il contouring

image

Dopo millanta e più video che girano per il web e una particolare attenzione a me medesima e alle mie abitudini, la domanda mi è sorta spontanea.

Ma loro, quelle del contouring coatto che se passi un dito sulla loro pelle dopo nel solco che si crea puoi giocarci a biglie, come arriveranno a fine giornata?

Io ad esempio, dopo un normale (normale, come tanti…non passato a zappare la terra con quaranta gradi all’ombra) giorno lavorativo (ma anche non lavorativo) e con addosso giusto quel tot di makeup da non sembrare un cadavere in fase decompositiva, faccio pena.

Il mascara mi è letteralmente nevicato sulla faccia, la matita è ovunque tranne dove dovrebbe essere e quelle che al mattino erano sopracciglia definite ad ala di piccione ora sono due righe sbierse color pennarello per colorare gli sbecchi della credenza. Senza contare che al posto di un colorito uniforme ho la faccia a stampa giaguaro (o varicella), tante macchie irregolari sparse a caso qui e là, con maggior concentrazione su guance e fronte.

A loro pruderanno mai naso e occhi? Gli verrà mai un attacco di tosse da briciola del panino finita accidentalmente nei bronchioli con conseguente lacrimazione a pioggia? Si gratteranno mai la fronte in preda al non capire un cazzo di quello che stanno facendo? Si stropicceranno mai gli occhi cotti dopo sedici ore davanti allo schermo del pc? Avranno avuto mai caldo, almeno una volta nella vita? SUDERANNO?

Non so darmi una risposta. Nel frattempo, ROAAAAAR 🐆.

Annunci

Brico Makeup- il contouring

wpid-2015-01-21-16.03.46.png.pngDifficoltà: bassa;
Costo: medio più sette fondotinta/correttori alla settimana;
Tempo di preparazione: sei giorni più tre per la lievitazione.

Ingredienti:
– il vostro fondotinta;
– 100gr. di correttore color morte;
– 150gr. di correttore color cacca;
– 50gr. di polvere illuminante della Stella Cometa (in alternativa va bene anche polvere di vetro e/o di alluminio);
– un pizzico di sale;
– 50gr. di cipria (ma se preferite un effetto più compatto optate per la calce in polvere);
– oro, incenso e mirraH;
– un righello;
– uno spray fissante o vernice da esterni waterproof;
– due set di preghiere a Gesù;
– il vostro smartphone.

Procedimento:
A) contouring: prendete il vostro fondotinta abituale e spalmatevelo in faccia con l’aiuto di una spatola da cucina. Distribuite poi il correttore marrone sulle tempie, ai lati del naso, sotto al mento e, con l’aiuto del righello, tracciate due righe che partano dagli zigomi e arrivino alle orecchie.
B) highlighting: con il correttore più chiaro, riempite gli spazi vuoti alternandolo con la polvere di Cometa. Impacchettate nella pellicola e far riposare in frigorifero per mezz’ora.

Dopo questi due passaggi dovreste trovarvi la faccia alla Peter Criss o simile ad una mashera etnica africana.

Prendete i set di preghiere e recitatele a gran voce affinché fidanzato/ persona facilmente impressionabile/ postino/ Equitalia/ chiunque venga a suonarvi il campanello non muoia d’infarto, fino a formare un impasto elastico e senza grumi.

Una volta terminato, sfumate il tutto con la pennellessa facendo attenzione a non increspare la superficie.

Infornate in forno pre riscaldato a 180 gradi per tre ore o quanto basta perché l’impasto si rapprenda, quindi lasciate raffreddare in luogo asciutto ma umido.

Guarnite a piacimento con cipria, calce o vernice…quindi scattatevi un #selfie da postare su Facebook.

CONSIGLIO DELL’ESPERTO: per valorizzare ancora di più l’effetto del makeup, accostate il vostro #selfie a quello del giorno che vi ha visto vittime di herpes, ciclo e varicella.