Ho visto la luce- dieci cose che oggi ho capito su di me

Schermata 2015-03-10 alle 16.11.17

Immagine trovata su google che mi sembrava adatta al concetto “Ho visto la luce”

Ci sono giorni in cui più di altri impari cose su te stesso. Un giorno ti conosci, quello dopo capita qualcosa d ti conosci ancora più a fondo del giorno prima. Oggi è toccato a me. In questo meraviglioso sabato martedì 10 Marzo 2015, ho capito che…

1. …Sono una persona tremendamente disordinata tranne quando smetto di esserla, al che mi trasformo e se non catalogo anche le ragnatele non sto bene;

2. …Capire che per essere serviti bisogna prendere il numero è cosa rara, destinata a pochi eletti. Ho vissuto ventisette anni senza rendermi conto del grande Dono di cui ero in possesso, ora lo so e sono effettivamente più felice;

3. …Mi basta un po’ di sole e un cielo terso per farmi confondere sui giorni della settimana;

4. …L’unica volta in cui sono stata sicura al 100% di una cosa sbaglio turno e arrivo al lavoro quaranta minuti prima, spaventando a morte la mia collega;

5. …Prender la vita con lo spirito “dormirò quando sarò morta” non fa decisamente per me e, per quanto mi riguarda, non si dorme comunque mai abbastanza;

6. … Stavo meglio quando i gusti/ attitutidi/ abitudini sessuali della gente erano cose private e non spiattellate sulla home di Facebook perché non sei veramente un megafigo al passo coi tempi se non fai sapere a tutti con cosa sei solito masturbarti e per quante volte al giorno;

7. …La pena che provo per tutte quelle donne che vivono in posa #modelZ è direttamente proporzionale al loro grado di disagio psico-fisico MA ANCHE prova lampante che anche io ho un lato umano;

8. …Dopo svariate scosse by elettricità statica nate dalla combo pavimento di non so che materiale e suole delle scarpe, starei senza ombra di dubbio dalla parte di chi infligge se mai decidessi un giorno di darmi al Sadomaso;

9…Marzo pazzerello, guarda il sole e…metti la giacca pesante anche se crepi dal caldo, perché tanto poi ti viene lo stesso il mal di gola e non vai in palestra;

10. …Il gorgonzola con la goccia sul pane tiepido al sesamo mi ha cambiato la vita.

I’ve seen the light. AAA-lleluja. AAA-lleluja. ALLELUJA! ALLELUJA! All-EEE-lu-JÀ. 

Annunci

C’ho il SUV. Posso.

Immagine

immagine trovata su Google

Piove. Il cielo riversa sulla città ettolitri di acqua, le strade si allagano…e le persone impazziscono. Ma non solo quando diluvia, anche quando vengono giù due goccioline. O c’è la nebbia che t’infracica tutto. Impazziscono e girano con la macchina, creando ingorghi che la metà basterebbe.

Ma non è che i cretini girano solo quando piove. Quando piove spuntano come i funghi e li noti di più, però ci sono sempre. I migliori sono quelli che per prendere la patente c’hanno messo dieci anni e quasi non sanno andare in bicicletta ma hanno il SUV. E magari abitano pure in centro città, dove le vie sono larghe come una grondaia, i box costano più delle case e trovi parcheggio con la stessa frequenza con cui vedi la Madonna a San Bonico.

Per quanto belli possano essere, sono dei baracconi. Ingombrano, ammettiamolo. Soprattutto in città. Se trovi per grazia di Dio un buco in cui piazzarli, significa che minimo altri due cretini rimangono senza parcheggio. Poi hanno dei fari ad un livello che neanche una mietitrebbia…sei lì che vai per il tuo destino sul tuo macinino e, in un attimo, ciao retine.

Senza contare, infine, le donne alla guida dei SUV dei mariti. Mi rivolgo a te, Amica che per fare manovra rischi di investire quattro ciclisti e tamponarmi la macchina, lascia perdere. Vai in bicicletta o con l’autobus. Guarda che non prendi la peste se usi i mezzi pubblici, anzi. Fai un favore all’Umanità, a me e ai quattro ciclisti. Poi risparmi e puoi investire in creme lifting night and day.

Comunque mi diverte il fatto che se uno se lo compra grosso, l’altro ancora di più. Sarà una cosa da maschi-tra maschi? O forse è una strategia di corteggiamento, come gli uccelli tessitori che vince quello che fa il nido più grosso? In ogni caso, nell’attesa di vedere uomini alla guida di trattori, sono giunta alla conclusione che le dimensioni per certa gente sembrano proprio contare tanto. Il fatto che poi perdano quarantacinque ore per fare cento metri è un dettaglio. E anche che si tirano addosso l’ira funesta di una città intera. Ma che problema c’è? Loro c’hanno il SUV. Quindi possono.