“The Versatile Blogger Award”

ImmagineL’ho capito subito che stasera sarebbe stata una serata diversa dalle altre. L’ho capito quando ho assaggiato le verze che stavo saltando in padella. Troppo sale…e se c’è una cosa che non sbaglio mai -vi autorizzo a chiederlo al mio fidanzato- è il sale. Infatti, dopo cena, ho aperto il mio amatissimo blog e…track. La casellina quella in alto a destra era arancione. Apro il messaggio e con mia enorme, ma che dico, gigantesca sorpresa…ho ricevuto la mia prima nomination al Versatile Blogger Award dalla gentilissima Simona del blog http://donnediluce.altervista.org/grazie-grazie-grazie-un-grande-regalo/. Dopo l’entusiasmo e la pubblicazione dello scatto su Facebook per tirarmela abbestia -perché un po’ me la sono tirata- mi sono accorta di non avere la minima idea di cosa fosse.

Ma poi mi sono informata –grazie Google– e ho capito che è una sorta di…mmh…non lo so ma che comunque prevede un certa prassi:

a) dopo aver citato nell’articolo il blogger -nel mio caso la blogger– che ti ha nominato, nominarne a tua volta quindici che, a tuo parere, meritano questo riconoscimento;

b) glielo fai sapere con una mail;

c) riveli sette cose di te.

Cominciamo. Dal momento che, nella vita, sono sempre la rompina di turno che al ristorante chiede la pizza che non c’è sul menu, portate pazienza e non stupitevi se, invece che quindici, la mia personale classifica è composta non da quindi ma solo da dieci blogger:

http://iphabi.com

http://stefaniacasella.wordpress.com

http://verbasequentur.wordpress.com

http://rondocecilia.wordpress.com

http://cucinsiemeblogghiamo.blogspot.it/

–  http://bambolediavole.wordpress.com

http://rubicorno.com

http://theplacehunter.wordpress.com

http://questionedistileblog.wordpress.com

http://paulabecattini.com

Ecco qui. Fatto. E adesso viene il bello. La rivelazione. I sette segreti di Fatima, nel mio caso, di Marta.

1) Da piccola alle Barbie preferivo i trattori e giocavo solo con i maschi a “I Power Rangers”, io volevo sempre fare quello rosso, che era un maschio…ma son dettagli;

2) Per un carnevale a Bobbio la mia mamma mi ha vestita da elefantino. Vent’anni dopo mi sono accorta che la proboscide del cappello sembrava a tutti gli effetti un pene eretto;

3) Sempre da piccola, per farmi un cappello simili I Tre Moschettieri, ho usato alcune penne del mio canarino giallo. Il cappello è venuto uno schifo, al canarino ne sono cresciute di nuove e oggi ho ancora i sensi di colpa;

4) Quando voglio cambiare look, mi taglio la frangia da sola. Nessuno saprà mai quello che vuoi meglio di te stessa, ricordatelo sempre;

5) Amo i bambini ma, al momento, preferisco i gatti;

6) Mi fa impazzire la focaccia con i ciccioli ma, quando vado a comprarla, dico sempre che non è per me così non corro il rischio di passare per scaricatrice di porto;

7) È mancato mio nonno due anni fa ma, certe volte, mi sembra ancora di sentire il suo profumo nell’aria. E voglio credere che sia così.

Annunci