Non è una moda per tutte- i leggings

Immagine

immagine trovata su Google

L’altro giorno mentre ero in giro per negozi, ho deciso, così su due piedi, di provarmi un paio di quei leggings che vanno di moda adesso, quelli con tutte le stampe geometriche e arzigogolate. Il risultato è stato che mi sono sentita una via di mezzo tra una tenda sioux e un arazzo tibetano. Poi, un po’ per curiosità e un po’ per masochismo, ho provato anche quelli con i fiori. E, anche lì, più che alla Primavera del Botticelli il ricordo rimandava ad una fioriera di petunie, di quelle rettangolari che appendi al balcone.

Al che mi sono interrogata sull’effettiva “mettibilità” dei leggings stampati da parte di persone che non pesino venti chili e/o abbiano uno stacco di coscia da Heidi Klum.

Prendiamo, per esempio, anche quelli con sopra le galassie, i cieli stellati, le nebulose e le aurore boreali. Magari anche in tessuto metallizzato. Chi è che può metterli? Perché se penso a me, persona bene o male nella norma ma non esattamente il ritratto della fisicità, che indosso un paio di fuseaux con stampata sopra la Via Lattea…mi viene in mente, non so, l’Universo in espansione. Un minuto prima di indossarli le stelline son tutte piccine e vicine…poi inforco una gamba e posso andare a spiegare il concetto ai bambini delle elementari.

Detto ciò, amici stilisti, la moda -in questo caso, quella di tutti i giorni- non è una moda per tutte. Soprattutto nel momento in cui, appena vedete che una cosa è di super tendenza, la impacchianite al punto da renderla praticamente d’élite. “Vanno di moda le felpe? Bene. Facciamole corte e larghe, che se hai giusto quei tre chili in più sembri la scatola dei Kellog’s formato convenienza! C’è il boom dei leggings? Facciamo in modo che se non li metti tutti ghirigorati con Andromeda su una chiappa e Cassiopea sull’altra sei antica come Noè!”.

Dite la verità, lo fate apposta. Voi lo fate apposta perché siete sadici e vi piace farci dannare ogni volta che andiamo a fare compere. Tipo, non so, i sergenti Hartman del mondo della moda. “Hai mangiato il Kinder Bueno bontà a cuor leggero? E io ti faccio i pantaloni con su i pianeti! Non sei andata a correre perché su Sky davano la puntata che ti piace tanto di Grey’s Anatomy? Tiè, cuccati le calze con i pois e soffri!”. Oppure per invogliarci a migliorare e fare quella dieta che giace impolverata sul comodino da qualche lustro. Nel dubbio, mi compro una guaina. Che di quelle non ce n’è mai abbastanza.

Annunci