Ciao, sono bello?

Immagine presa da Google

Degli abbordaggi improbabili degli uomini non ne possiamo più. Certi tipi di approcci potranno andare bene con le sedicenni sgallettate che guardano Uomini&Donne, ma cari omini mettetevi in testa che non tutti gli esseri femminili rimangono all’età cerebrale di quando il Cioè era d’obbligo insieme alle figurine dei Backstreet Boys, per la gioia degli edicolanti davanti alle scuole. Il mio c’avrà fatto i milioni, ma poi si cambia. E meno male.

Punto primo: non è che una donna, perchè ha la vagina, deve passare le giornate a cercare di capire a chi darla, come e quante volte la settimana. Non funziona così. La nostra ciccia per alcune di noi è anche importante e non abbiamo nessuna intenzione di concederla ad elementi allucinanti che si incontrano nei pub o nei locali il Venerdì sera. Soprattutto se questi elementi portano gli occhiali da sole alle undici di sera. Si, succede anche questo. Per non parlare delle valangate di dopo barba che non riescono nel loro intento di camuffare odori nauseanti provenienti dalle loro ascelle, e spero solo da quelle. Cercare di concludere ed accantonare l’igiene intima, non è mai un’arma vincente, ricordatevelo.

Punto secondo, smettetela maschietti cari, con le vostre fantastiche perle “le donne chi le capisce è bravo!” o “tanto son tutte uguali!”. Non permettete a ciò che custudite ben poco gelosamente nelle vostre mutande di offuscarvi il cervello! La storia è facile. Esistono solo due tipologie di donna: chi ama darla e chi no. Sono le motivazioni che possono essere le più svariate. Sta a voi capire cosa o chi volete nella vita e cominciare a comprendere le cose basilari, ovvero: se una ragazza non è una suorina non vuol dire necessariamente che vuole sbirciarvi nei boxer. Molto probabilmente è solo una ragazza educata e socievole che vi permette di parlare con lei, chiudendo cento occhi sui vostri atteggiamenti maldestri ed invadenti. E se una vi parla anche se avete gli occhiali da sole di notte senza cercare di farvi capire che non fa figo ma solo un’infinita tristezza, prendete e portate a casa. Più di così non potete avere!

È anche vero che il problema di essere confuse per donzelle belle arzille con molti meno limiti morali è stato creato proprio da quest’ultime. Perchè son tante. Ne è pieno il mondo! E di conseguenza i maschietti si sentono in dovere di fare di tutta un’erba un fascio. Sei carina? La tua cellulite non arriva ancora ai gomiti ma per adesso è ben localizzata? Ti lavi? Sei la perfetta vittima di abbordaggi molesti e di cattivo gusto!

Infine, ragazzi miei, non chiedete mai se siete belli ad una ragazza nei primi due minuti di conversazione (neanche dopo un millennio), potrebbe finir male. Per voi. Anzi, non fatelo mai.

Un epocale fail, comunque, è e rimarrà per sempre il mandare un’amico a bollare la tipa che vi piace: <<Scusa, il mio amico là, ti ha vista e vorrebbe sapere se ti va di sederti al nostro tavolo!>>. Consiglio spassionato a tutte le ragazze che stanno leggendo: lanciate una granata -vi consiglio di tenerne sempre una in borsetta accanto al rossetto- al loro tavolo e continuate a sorseggiare il vostro cocktail.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...