Decalogo per un discreto primo appuntamento (per Lui)

immagine trovata su Google

immagine trovata su Google

La sorte di ogni storia d’amore che si rispetti, comincia dal primo appuntamento. Anzi, dal prima del primo appuntamento, dal durante e dal dopo. Ecco a voi, amici Rocchi, un decalogo che v’illustri cosa fare (e cosa no…) per ricevere la gentilissima concessione di una seconda, utilissima, possibilità…con tanto di non c’è due senza tre, il quattro vien da se.

  1. Sfatare il mito che latitanza  e il tener sulle spine conferiscano carisma e fascino;
  2. Sfatare il mito che il tampinamento coatto sia sintomo di interesse nei di lei confronti, tutt’al più fa presagire un futuro all’insegna dello stalking;
  3. Maglietta di Super Pippo e un gallone di dopobarba trovato nel Men’s Health di Dicembre può non essere il giusto outfit per una serata in un contesto diverso dalla vacanza di maturità in quel di Amsterdam, zona De Wallen;
  4. Conversazioni biunivoche risulteranno più interessanti di estenuanti e logorroici monologhi autocelebrativi;
  5. Rispondere con argomenti pertinenti alla conversazione -oltre ad essere sintomo di interesse, il che non guasta- è soprattutto segno di educazione. Guardare il soffitto e rispondere con frasi sconnesse dal senso generale del discorso è inquietante e fuori luogo;
  6. Le serate alcoliche sì, con gli amici. Mostrarsi distillerie ambulanti con la Madama nel cui cuor si vuol far breccia può far ottenere solo un biglietto di sola andata per l’Anonima Alcolisti;
  7. In caso di feticci, svelarli con cognizione e moderazione, soprattutto se poco usuali;
  8. Dare l’impressione di fame sessuale può demolire l’indice di gradimento accumulato durante la serata: al tuffo ad angelo nella scollatura della preda, un casto bacio è preferibile;
  9. Il casto bacio è meglio che non ricordi l’allagamento del Vajont, un demoniaco tentativo di risucchio dell’anima o il contatto diretto con un merluzzo norvegese. L’effetto bava di lumaca fa un po’ schifo, l’eccessiva foga irrita la pelle e mette a rischio soffocamento e il rigor mortis destabilizza.
  10. Vedi punti 1) e 2) .

N.B: L’esito non è garantito, può subire modifiche o variazioni a seconda del soggetto. Fattori altamente determinanti sono: igiene personale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...